sabato 28 luglio 2012

DEL PIERO: "Mentirei se dicessi che non mi aspettavo di rinnovare il contratto!"



Non bastasse la storia del patteggiamento, ecco un'altra coltellata al cuore del tifoso passionale... 


TORINO - Anche Del Piero si prepara a vivere da spettatore le Olimpiadi di Londra. "C'è solo un grande evento che manca alla mia carriera di sportivo - scrive Del Piero sul suo sito - e devo ammettere che mi manca. Si tratta dei Giochi Olimpici. Sarà anche per questo, ma soprattutto per la mia grande passione per lo sport, tutto lo sport, che ogni quattro anni aspetto questo appuntamento con grande emozione. L'abbinamento Olimpiade-Londra, poi, è davvero straordinario: l'evento più esaltante in una delle città più belle del mondo… Per quanto mi riguarda, non mi perderò le partite del Dream Team Usa di basket, a vent'anni dalla mitica prima esibizione a Barcellona '92, e ovviamente soprattutto gli azzurri, tutti! Una delle cose più belle di Giochi è proprio scoprirsi appassionati delle discipline più disparate, tifando da casa per un nostro atleta… E allora "più veloci! più in alto! più forte!". Forza azzurri!!! E buone Olimpiadi a tutti. Alessandro". 
 JUVE, AVREI RINNOVATO - La destinazione più probabile sembrano gli Stati Uniti. "Sono un paese unico - le parole del fantasista - dove io mi sono sempre divertito molto in vacanza. Ancora non c'è nessuna definizione, con nessuno. Vedremo se sarà lì, o sarà da altre parti. Voglio solo trovare la migliore situazione per giocare ancora a calcio: uno, due, tre, cinque anni". Nell'intervista alla Cnn Del Piero non nasconde una certa delusione per il mancato rinnovo con la Juventus. "Mentirei se dicessi che non mi aspettavo di non rinnovare il contratto - dice - Già c'erano state delle difficoltà l'anno scorso, che poi erano state superate. Io ho dato tutto, e di più, di quello che potevo dare. Sono estremamente felice. Poi bisogna seguire quello che è il destino. Oggi il destino mi vede separato da questa realtà, e ci voglio andare dietro. Voglio solo trovare la migliore situazione per giocare ancora a calcio. Nessun amaro in bocca. Almeno da parte mia". GUARDIOLA IDOLO - Guardando al futuro, ad una possibile carriera da allenatore, Del Piero fissa in Guardiola il modello da seguire: "Se dovessi essere allenatore, sarei decisamente un Guardiola", con in più "l'entusiasmo di Trapattoni, che è una cosa travolgente. La voglia di vincere di Lippi. La determinazione di Capello. La visione di Ancelotti". 
 I RICORDI - Parlando della sua carriera, Del Piero sottolinea che "Cose come 'il tiro alla Del Pierò mi riempiono di gioia. Il ricordo più bello della mia carriera è ovvio che sia la Coppa del Mondo. Ma anche essere applaudito in altri stadi, come al 'Bernabeu', nel tempio del calcio. È qualcosa che va oltre. Una cosa poi replicatasi in maniera esponenziale alla mia ultima partita a Torino, dove il pubblico si è fermato per più di venti minuti. È qualcosa che ancora non so spiegarmi. La spina che mi rimane, nella finale di Euro 2000. Ma se mi avessero detto di perdere l'Europeo così e di vincere il Mondiale dopo, ci avrei messo la firma". fonte TUTTOSPORT.COM

JUVE, garantisce JOHN ELKANN

Allora si che "stamo freschi"....

Sei CONTE, non devi consegnarti alla giustizia barbara!



di Giuseppe Cruciani
http://www.ilgiornale.it/news/sport/sei-conte-non-devi-consegnarti-giustizia-barbara-826180.html

Caro Antonio Conte, ti conosco come uomo di campo e di battaglia. Molti parlano della tua integrità morale, ma queste sono categorie dello spirito che non mi interessano. Sono sicuro che se avessi saputo di combine di qualche giocatore della tua squadra li avresti presi uno ad uno per il bavero e attaccati al muro. Ma il punto non è questo.
Se il tuo avvocato ti consiglia di patteggiare per evitare guai maggiori, beh, mandalo a quel paese. Che non ti venga in mente di scendere a patti con una giustizia sportiva che è peggio dei processi staliniani dove ti spedivano in Siberia per niente. Non puoi difenderti. L'imputato deve portare le prove della sua innocenza. Basta la frase di un pentito, o presunto tale, per inchiodarti. I tempi sono talmente veloci, che ti trovi condannato prima di cominciare. Una barbarie che nessuno ha il coraggio di denunciare. Una roba che al confronto i tribunali del popolo erano all'acqua di rose. Almeno in Urss ti mandavano al confino e alla morte in nome dell'ideologia; c'era insomma un fine criminale ma c'era.Qui il processo sportivo serve solo a regolare i conti tra dirigenti, giocatori e addetti ai lavori. Se ne occupano una manciata di burocrati che prendono le carte dell'accusa e ti mandano al rogo. Assurdo che centinaia di milioni di euro, il business del pallone, possa venire compromesso in questo modo. Eppure nessuno dice niente. Nel mondo del calcio prevale l'omertà, i piccoli compromessi, le convenienze. Ecco perché, caro Conte, è il momento di ribaltare tutto. Devi andare davanti a questo signore che si chiama Palazzi e dire chiaro e tondo: io non sapevo nulla di questi trucchetti e di quello che dice Carobbio non me ne frega niente, siete voi che dovete provare il contrario. Se ci riuscite bene, altrimenti amen. E siccome di prove (quelle vere) non ce ne sono, puoi stare sicuro che ne usciresti alla grande.Invece il patteggiamento non sarebbe da Antonio Conte. Sarebbe come tradire. Faresti, insomma, come quell'avvocato della Juve che nel 2006 chiese la serie B con la penalizzazione, ritenendola una pena congrua. Fu l'inizio della fine, la rinuncia alla difesa, l'abdicazione, la resa. Tu non sei fatto così. Dentro, lo so, hai voglia di spaccare tutto. Non fare l'errore di chi ti consiglia di cavartela con un accordicchio. Oggi le cose sono cambiate. Non sono un tifoso bianconero, ma il tuo presidente ha avuto il coraggio di scrivere un'altra storia. Ha distrutto i luoghi comuni su Calciopoli. Cerca di ridare un senso alla storia juventina, ha scoperto gli altarini dei moralisti da quattro soldi. Lotta alla grande. Questa Juve adesso se lo può permettere.Anche tu devi lottare. Verrebbe da dire: se non ora quando? Sei Antonio Conte!

Decide la Juve, Conte patteggia. Ancora una volta la proprietà tratta la "pena congrua"

Il corriere dello sport scrive "lo chiede la società, è al suo fianco, ma la sua panchina non potrà certo restare vuota 18 mesi"
Come nel 2006 la Juve tratta una pena congrua...


venerdì 27 luglio 2012

CONTE comunque vada ma "pa(tteggia)re è un pò morire"



Colpire Conte per colpire la Juve?
Vogliono ridistruggere la Juve come scrivono su Sport.Panorama.it?
http://sport.panorama.it/calcioscommesse/Conte-No-vogliono-ri-distruggere-la-Juve

Anticipati nei giorni scorsi
sono arrivati i deferimenti a colpire tesserati della Juventus 
Non so quale sarà la strategia difensiva per Pepe (all'epoca all'Udinese) e Bonucci (all'epoca al Bari), mi interessa molto di più capire cosa suggerirà di fare la proprietà della Juve a mister Conte (all'epoca al Siena).
Sull'onorabilità di Antonio, per quello che riguarda la mia conoscenza personale, garantisco al 1000%.
Conoscendo l'orgoglio di Antonio se la scelta dipendesse solo da lui non patteggerebbe mai.
Meglio una sconfitta a testa alta lottando fino alla fine che un compromesso a perdere con chi ingiustamente ti accusa.

Calendario al veleno: ma non è uguale per tutti?



mercoledì 25 luglio 2012

Mezzo DESTRO, mezzo sinistro...



Alla fine Mattia Destro ha scelto la Roma, squadra che più di tutte ha creduto in lui. 
Rimpianti Juve? Beh non è difficile ipotizzare che l'anno prossimo il gioco d'attacco di Zeman metterà ancora di più in risalto le doti di Destro (giovane promessa ma non ancora campione..) ma è evidente che la Juve non ha creduto fino in fondo a questo ragazzo come giocatore pronto per palcoscenici internazionali da subito.
Il top-player che la Juve cerca è sicuramente un nome più ambizioso.
L'importante è centrarlo il prima possibile altrimenti i rimpianti potrebbero aumentare...

Juve abbonamenti esauriti nonostante gli aumenti

Nonostante l'aumento dei prezzi, gli abbonamenti della Juve sono andati esauriti in pochissimo tempo.
La sensazione è che, con una squadra di livello internazionale, finanche il prossimo anno portassero le tessere a 10'000 euro cadauna i posti in abbonamento verrebbero esauriti lo stesso.
D'altronde è anche questa la conseguenza di avere uno stadio di proprietà all'inglese e nemmeno troppo capiente:
far pagare il più possibile gli spettatori, tanto la richiesta di posti non mancherà mai.

venerdì 20 luglio 2012

Juve, ma vale davvero la pena sacrificare Matri?


Sacrificare Matri e rinforzare una diretta concorrente in chiara difficoltà come il Milan può avere senso solamente per fare cassa ed arrivare ad un vero top-player come potrebbe esser Jovetic.
Intanto pare sfumare uno degli obiettivi estivi per l'attacco, Destro, ormai vicinissimo alla Roma.

mercoledì 18 luglio 2012

Ibrahimovic: "Psg, un sogno che si realizza"

Ibra: «Psg, un sogno. Il Milan non mi ha deluso» http://www.tuttosport.com/calcio/calcio_estero/francia/2012/07/18-200822/Ibra:+%C2%ABPsg,+un+sogno.+Il+Milan+non+mi+ha+deluso%C2%BB

Ma chi scrive i testi delle dichiarazioni a Zlatan?

lunedì 16 luglio 2012

sabato 14 luglio 2012

ARMERO, l'ultima tentazione da UDINE. Ma arriva?



La Juve non ha riscattato Estigarribia nei termini e modi convenuti la scorsa estate, ne potrà prendere il giocatore a prezzo scontato visto che è a un passo dal River. Armero, se dovesse arrivare (ma il condizionale è d'obbligo) sarebbe un buon colpo.



CONTE: "e ora torno a vincere..."



venerdì 13 luglio 2012

Ciao Alfredo




giovedì 12 luglio 2012

Presentazione maglia Juve: 2 cosine...



Due considerazioni personali a margine della presentazione delle nuove maglie della Juventus:

1) Mi piacciono le nuove maglie e condivido la scelta di non mettere le stelle. O 3 o niente. Continuo a ritenere invece infantile e "da bar" la scritta "30 vinti sul campo". Gianni Agnelli mai avrebbe approvato una cosa del genere.

2) Almeno una citazione Del Piero la meritava...

A.a.a. Vendesi Milan. 65 milioni per Ibrahimovic e Thiago Silva

Voi li vendereste entrambi per questa cifra?


lunedì 9 luglio 2012

"Twitter" Elia torna in Germania

Dopo un'intera stagione passata tra panchina e tribuna la "meteora" Elia saluta la Juve e torna in Germania.
La sua assenza si sentirà molto...su twitter.

martedì 3 luglio 2012

"Bufala" lite Buffon-Balotelli; che figura la Gazzetta dello Sport!!

Che brutta figura per la Gazzetta dello Sport. 
Alla ricerca di uno scoop per provare a recuperare le centinaia di migliaia di lettori persi in questi anni,
da spazio alle voci circolate ieri di una presunta lite tra Balotelli e Buffon, riportando la notizia addirittura in prima pagina. 
Notizia ovviamente falsa e presa in giro anche dallo stesso Buffon, attraverso le parole espresse direttamente dalla sua pagina ufficiale su Facebook.

Ahi ahi ahi ragazzi, primi giorni di vacanza e prime preoccupazioni...

Ma secondo voi riuscirò a guarire per l'inizio di campionato??? 

Come qualcuno avrà letto quest'oggi sui giornali, dopo una presunta lite con Balo (leggete bene la finezza di chi non ha nessuna certezza e parla sempre per ipotesi adoperando il condizionale, e quindi non può e non vuole esporsi troppo… il classico dico,ma non dico... tipico di chi vuol fare opinione con notizie fasulle per cercare di riempire un po' di spazio, ma senza volersi prendere in pieno la responsabilità di ciò che si è scritto) insomma stando a queste news così attendibili :-) ci sarebbe stata una colluttazione violenta con Mario (che tra l'altro era all'antidoping), nella quale figurerebbero morti, feriti e qualche disperso :-) … ora mi chiederete il perché sono a rischio per l'inizio del campionato… è molto semplice… perché la mano con la quale avrei sferrato uno schiaffo o un pugno (?) al mio compagno di squadra mi duole da morire e non vorrei essermi procurato delle fratture alle ossa :-) comunque al più presto farò degli esami più approfonditi per scongiurare questa eventualità :-)

Vabbè, chiuso con lo scherzo, questo è ciò che passa il convento... l'importante è sapere che la colpa è soprattutto nostra.

Si si, ho detto nostra e parlo da cittadino di un paese che dovrebbe essere lontano anni-luce da queste miserie, da questi giochini squallidi che imbarazzano una nazione, che avrebbe bisogno di qualche messaggio positivo, costruttivo, quelli nel quale credere, invece che affogare sempre nella solita meschineria da quattro soldi, nella nostra grossolanità e superficialità spicciola, sempre messaggi negativi, sempre pensieri distruttivi che possano gettare fango od ombre sulle persone…

Ma, come dicevo prima, i maggiori responsabili siamo noi cittadini che accettiamo tutto questo in modo abulico, intorpiditi e senza un briciolo di amor proprio, chiare (non) reazioni di chi non si aspetta più nulla di buono dal prossimo, di chi non crede più nel futuro,di chi è rassegnato… sicuramente questo non è quello che sognavo da bambino, me lo sono trovato ma non voglio essere accondiscendente, non voglio e non devo accettare questo scempio, lo devo fare per me, lo devo fare per la mia famiglia, lo devo fare per i miei figli, lo devo fare per la mia dignità e queste righe che di tanto in tanto butto giù sono solo per sapere ed avere la certezza di non essere l'unico a pensarla in questo modo; desidero essere rappresentato dall'èlite, in ogni campo, in ogni settore, in ogni luogo, perché me lo merito e perché è il diritto di ogni individuo che sogni un paese migliore...

Certamente non quello che siamo noi adesso...

Un abbraccio a tutti e un grazie di cuore a chi ieri ci ha tributato in maniera commovente parole d'incitamento e orgoglio in aeroporto e per le vie di Roma… grazieeee!!!

E’ proprio anche per voi che capisco che nulla è ancora perduto, che la speranza di recuperare la nostra amata Italia c'è e anche grazie al Presidente Napolitano, uomo di grande sensibilità, spessore umano, intelligenza… gigante fra pigmei…

Gigi


lunedì 2 luglio 2012

Italia - Spagna, hanno vinto i migliori

Ci sono volte nella vita in cui è davvero inutile recriminare; bisogna prendere atto che chi ti batte, anche in maniera così netta, è semplicemente migliore di te.
Sconfitte così, come dice giustamente Buffon, fanno meno male. Perchè senza appello.
La Spagna, questa Spagna dal centrocampo galattico, è la più forte.
Davvero troppo forte per l'Italia di Prandelli.  
E allora onore ai vincitori. Hanno vinto i migliori.