domenica 18 maggio 2008

"Dedicata a Lapo"



"È una vittoria sofferta e meritata. Una vittoria che vogliamo dedicare anche a Lapo che so ha esultato domenica. Non so come ci sia rimasto oggi...".
Firmato Gabriele Oriali, detto "l'onesto"

Ps: se Lapo ha comunque bisogno di un passaporto nuovo, consiglio di rispondere ad Oriali e magari avvalersi dei suoi servigi.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Sofferta, verissimo. Sul meritata ognuno ha le sue opinioni e quelli rappresentati nella foto conoscono la verità.
Di verità io ne conosco un'altra che si evince anche da queste dichiarazioni, se vere: fino a due anni fa non sapevano perdere e si vedeva. Ora si vede anche che non sanno vincere.
Che cosa sanno fare?
Matiga

yannick75 ha detto...

Sanno solo rubare.

Anonimo ha detto...

Gestire la vittoria non è semplice. Lasciamoli pure esultare, credere di essere la squadra imbattibile (come scriveva la spazzatyra rosa due mesi fa, poi c'è stato liverpool ed una serie di prestazioni da ridolini), guidati dall'"allenatore che vince sempre" (lo so, non morite dalle risate, sembra ridicolo ma hanno scritto pure questo). Nella realtà per me rimangono una squadra di perdenti, gestita da uno psicolabile, di proprietà di un miliardario che non capisce praticamente nulla di calcio, finto signore (basta citare alcuni episodi degli ultimi due anni) sponsorizzato solo da una cricca di giornali e tv gestite dall'amico tronchetto, il quale per vincere ha dovuto azzerare la juve confidando nella complicità di montezuma e della propietà.
Della 2a squadra di milano non mi interessa nulla, non ho nessuna paura, sono per me il nulla a livello calcistico, mi interessa solo che la nostra cara dirigenza si muova bene sul mercato, poi tornerà tutto come prima, noi abbiamo nel dna la vittoria, loro hanno la sconfitta e le polemiche, basta vedere come è andata la partita a milano questo anno. La loro corazzata si è dissolta di fronte ad una juve formata da giocatori storici e da qualche buon comprimario. Posso temere, sportivamente parlando, il milan, ma l'inter non mi dice proprio un bel nulla

Anonimo ha detto...

La nostra acredine nei confronti dell'inter non morirà mai. Si potrebbe attenuare se il mo-ratto restituisse la coppa-scudetto del 2006. >La ridesse alla federazione e così veramente passerebbe anche da persona quasi normale.
Ma lui sa bene e si astiene dal farlo perchè sa che se rinunciasse a quello scudetto comperato sarebbe come confessare che tutto fu organizzato dalla telecom e dagli el-cani con monnezzemolo in regia!
Lapo ( ma che cosa pensavano i suoi genitori quando gli hanno messo questo nome?..dalle mie parte l'apo è quello della Piaggio!) vuole arrufianarsi noi tifosi facendo affermazioni che non incantano nessuno.
Mi stupisce la prima pagina del corriere dello sport di roma...pensavo fossero meno servili...a mil-ano evidentemente non hanno fegato abbastanza da prendere una posizione seria!

mario bani

franz ha detto...

La Juve non deve polemizzare sui quotidiani pseudo-sportivi, deve vincere sul campo. Lasciamo i piagnistei a morattino e ai suoi sodali, personaggi che non sanno neanche cosa voglia dire "sport". 29 Scudetti, non dimentichiamolo mai e non permettiamo che altri lo dimentichino.
E grazie a Del Piero, il più forte giocatore italiano.

Amos ha detto...

Quaranta giocatori e un monte ingaggi spaventoso per vincere lo scudetto nell'ultimo quarto d'ora...
Se oriali pensasse a lavorare meglio invece di fare il simpatico forse la sua squadra ne trarrebbe giovamento...

marco99 ha detto...

è normale che uno che ha patteggiato una condanna penale abbia ancora incarichi socetari?

Anonimo ha detto...

E' uno schifo tutto il sistema calcio, hanno fatto fuori la triade, la cui unica colpa era quella di vincere creando guadagno (non sperperando follie come moratti....)sulla base di intercettazioni non utilizzabili e che, comunque, non sono state riconosciute probanti dalla Giustizia Ordinaria, e questo stucchevole personaggio, Lui sì condannato per ricettazione in ambito pure sportivo (vedi recoba) sia ancora lì al suo posto. Per colpa del suo OnestuomoGalantuomo padrone, titolo conferitogli dai pennivendoli di regime, che non hanno pubblicato, tranne rare eccezioni perlopiù edulcorate ed adulterate, le chiare affermazioni di ieri rilasciate da De Rossi sul loro scudetto , il mondiale 2006 è stato un'evento di lutto e non di gioia, abbiamo perso l'organizzazione degli europei a favore di due paesi da terzo mondo come polonia ed ucraina, le nostre squadre in europa sono guardate con diffidenza, solo perchè il galantuomonestopiangino non accettava più di perdere sportivamente spendendo comunque follie. Sono la rovina del calcio italiano, si dovrebbe raccogliere una petizione per bandirli dal calcio, loro e i loro lacchè.

Doc ha detto...

Tra l'altro, la frase che il pregiudicato Oriali riferisce a Lapo, è stata in realtà pronunciata da John Elkann.
Un'altra perla del precisissimo ed onestissimo Oriali.