mercoledì 26 marzo 2008

Botta e risposta con Bertolino

LA RISPOSTA DI ENRICO BERTOLINO AL MIO EDITORIALE

Gentile Stefano,
essendo stato chiamato in causa dal Suo editoriale Le invio il mio pensiero in merito .
Trovo oltremodo Faziosa la Sua versione , e fin qui ci sta , ma dimenticarsi di essere usciti dalla Coppa Italia ( l'unica alla quale avreste potuto partecipare quest'anno ) eliminati dall'Inter mi sembra mancanza di memoria (chi se la faceva sotto contro Balotelli quel giorno? Chiedere a Camoranesi , un altro dei fedelissimi Juve a Gettone ..o meglio a Orologeria finchè c'è Grano c'è la fede ..) .
Se poi vogliamo parlare dei Successi della Juve in Europa .
eccoci qui: Una coppa dei campioni allo stadio Heysel che ancora suona come un insulto alla ragione ed alla logica ( non lo dico io ma fior di personalità intrervistate durante un documentario di History channel dedicato a quella serata maledetta con Platini , si proprio lui l'amico dell'Italia e oggi dirigente oculato , che alza la coppa in mezzo ai Morti , ma un pò di vergogna no ? ) e tante , ma tante eliminazioni ...
Ebbene tralasciando la storia nella quale non mi sembrate molto ferrati da quelle parti , guardando alla partita , niente da dire , grande Juve , ottima reazione , contro una squadra falcidiata dagli infortuni , fuori condizione e con problemi a livello dirigenziale ( I soliti direte voi e qui come non darvi ragione ) , con un secondo tempo bianconero da incorniciare , se non fosse che tutto è iniziato con un Gol del Fedelissimo e Superbianconero a Vita Camoranesi .. IN NETTO FUORIGIOCO.. quasi due metri .
Il giorno dopo sui giornali citato tra parentesi quasi fosse arrivato sul tre a 0 per la Juve .. ed invece ha aperto la strada al contropiede dell'altro fedelissimo Trezeguet , che fino a qualche mese fa chiedeva i soldi direttamente dal campo senza vergogna ma con tanta fede , facendo segno che altrimenti se ne sarebbe andato .
Bene per cui complimenti ad una Juve tenace e battagliera , ad un allenatore capace e gran signore in ogni evenienza , ma per favore smettete per una volta di fare le vittime e considerate che la Famiglia Moggi è in tribunale per reati che sfiorano il Penale e che per anni la sudditanza degli arbitri con la Juve c'è stata eccome .. poi non c'entrano i tifosi , ma questi sono i fatti .. dati e numeri alla mano .. come , dati e numeri alla mano noi siamo avanti e la Juve è indietro .. per cui se per cortesia volete essere più obiettivi risponderò con piacere , se invece continuerete con l'Apologia di persecuzione Vi lascerò serenamente al Vostro piagnisteo .e continuerò a tifare Inter ed a Ringraziare Moratti , che , come presidente , mi ha permesso di veder giocare fior di campioni a San siro , e non tutti provenienti dalla Juve .
Unico grande applauso a Del Piero e Buffon uomini immagine veri fuori e dentro al campo , invece una simpatica Immaginetta a Nedved , da pallone d'oro a cascatore professionista .Con tristezza rabbia e delusione , ma dal primo posto in campionato .Complimenti per la vittoria che vi avvicina al secondo .

Enrico Bertolino


LA MIA RISPOSTA ALLA SUA E-MAIL

Cordiale Enrico, scusa intanto se ti rispondo solo ora.
Grazie della risposta.
Sei stato l'unico interista da me citato nell'editoriale ad aver il coraggio di esporre il proprio pensiero e quindi questo ti fa onore.
Certo, il fatto che già abbiamo avuto modo di conoscerci in passato, come ad esempio ai tempi dell'intervista doppia che ti feci contro la Littizzetto
(
http://stefanodiscreti.blogspot.com/2007/04/juvervista-littizzetto-bertolino.html)
forse ha aiutato, ma credimi apprezzo molto il tuo non tirarti indietro in un momento così difficile per l'Inter.
Se hai imparato a conoscermi sai che sono leale, corretto ma che se devo entrare duro lo faccio e dico sempre quello che penso.
Quindi inizio a risponderti dalla parte che meno mi è piaciuta della tua e-mail:
il riferimento all'Heysel.
Caro Enrico ho trovato di pessimo gusto e di basso rilievo ricordare una serata così drammatica come esempio di Juve nel mondo.
Parli di juventini con poca memoria? No, caro Enrico.
Chi ha poca memoria(e forse tanta ma tanta invidia) qui siete voi interisti.
Negli ultimi 30 anni la Juventus in Europa e nel Mondo ha vinto 2 coppe Intercontinentali, 2 coppe dei campioni, 2 supercoppe europee, 1 coppa delle coppe e 3 coppe uefa.
Senza contare 4 finali di coppa dei campioni e 1 una di coppa uefa.
Ovvero quindi la Juve in Europa se l'è quasi sempre giocata fino alla fine e spesso anche vincendo e dominando.
Certo non ai livelli della prima squadra di Milano (il Milan) ma nemmeno ai livelli di chi ha vinto l'ultima coppa dei campioni prima che l'uomo mettesse piede sulla luna, e che in Europa dura sempre uno, massimo due turni.

Per quanto riguarda il passaggio del turno in Coppa Italia vi faccio i complimenti, ma d'altronde sapevo dall'inizio che era impresa quasi impossibile eliminarvi in un torneo che da sempre è il preferito di Roberto Mancini e che proprio le numerose vittorie in questa competizione gli sono valse l'appellativo di
"uomo che vince sempre".....la coppa Italia.

Trezeguet e Camoranesi, secondo il tuo punto di vista, sono quindi 2 mercenari?
Secondo me sono semplicemente figli di questo calcio attuale. Dove anche le bandiere come Totti, Maldini o Del Piero, hanno delle aste ben rafforzate dal conto in banca.
D'altronde altrimenti "l'interista fin da piccolo" non avrebbe chiesto il triplo dell'ingaggio per spostarsi da Torino a Milano nella sua squadra del cuore d'infanzia.

Per quanto riguarda la partita di sabato, hai ragione:
il goal di Camoranesi era in netto fuorigioco.
Ma, come interista quest'anno, non vorrai mica lamentarti degli arbitraggi, vero?
E' tutto il campionato che praticamente partite sempre da un rigore a zero, che quasi mai c'era.
Se da Roma gridano allo scandalo un motivo ci sarà pure o no?

Per quel che riguardano invece le vicende giudiziarie della famiglia Moggi attendo serenamente la sentenza di un processo vero.
Consapevole di non esser un negazionista ottuso, ma di esser semplicemente una persona capace di intendere e volere e di avere sempre la propria opinione:
ovvero che le cose che faceva Moggi erano le stesse che facevano tutti gli altri dirigenti, chi più chi meno.
D'altronde anche l'Inter, se ha in panchina un pregiudicato che ha patteggiato 6 mesi di reclusione qualcosa di poco onesto lo faceva o no?

Voglio concludere questa mia risposta nell'unico punto in cui condivido totalmente con te:
il ringraziamento a Massimo Moratti,.
Credimi da tifoso juventino non avrei potuto desiderare un presidente migliore per voi.
Il modo in cui ha speso oltre 1000 miliardi.... I campioni che vi ha portato..... Le gioie che ci ha regalato...
Penso che nessun altra persona al mondo ne sarebbe stata davvero capace.
Non finirò mai di ringraziarlo e spero che resti vostro presidente ancora per tanti anni, magari con Roberto Mancini allenatore.

Quindi, caro Enrico, godetevi questo campionato, perchè se davvero al ritorno in serie A l'avesse vinto la Juventus altro che 5 Maggio.

Ti faccio una confidenza che mi creerà non pochi nemici nel mondo juventino:
io tra Roma e Inter, spero sempre che a non vincere sia la Roma.
Sai uno juventino "romano de Roma" deve scegliere sempre il male minore.

Mi basta avervi dimostrato sul campo che siamo sempre i più forti e che Recoba, Zanetti o Djorkaeff non potranno mai valere Del Piero, Nedved o Zidane.
Ma sopratutto nessun tavolino o intercettazione potrà mai cambiare la storia.

Un abbraccio,

Stefano Discreti

24 commenti:

Scirea ha detto...

Bertolino Bertolino....
non si dicono le bugie....
solo in una repubblica delle banane una persona viene condannata dalle sentenze emesse -in anticipo- dai giornali.
Venendo a sapere di essere indagato, guarda caso, dagli stessi giornali color salmone diarroico.
Lasci perdere Farsopoli.
Le faccio solo una domanda: lei interista si farebbe giudicare - in un processo con prove portate da Giraudo padrone del registratore- da Roberto Bettega?
Perchè, nel caso in cui non se ne fosse accorto, è quello che successe 2 anni fa nella più grande farsa occorsa al già derelitto calcio italiota.
saluti.

unmilanista ha detto...

la risposta di bertolino è sconcertante... trasuda tutta l'arroganza e la falsità dell'interista fazioso. eppure basterebbe aprire gli occhi

Anonimo ha detto...

Bertoldino o Cacasenno , non so forse non ha superato i trentacinquanni e quindi non ha visto mai il gioco del calcio quello vero...non ha mai visto la sua inter giocare (si fa per dire) in Europa a metà degli anni sessanta. Si vada a rileggere i giornali di tutto il mondo, riprenda i filmati della cosidetta grande inter per intero e non solo dei goals, che di grande aveva solo il catenaccio e le entrate a prendere le gambe degli avversari ( chieda a Guarnieri e Burnich, pace all'anima loro) per non dire del risultato di un libro del figlio del grande Valentino Mazzola, il figlio vero Ferruccio, non quella vocina dell'altro che l'ha cacciato anche mo-ratto il che è tutto dire. Riprenda quei filmati perchè son certo che lei l'inter di quegli anni l'ha vista solo nei racconti di quei pochi giocatori interisti che sono ancora vivi e che non sono morti, forse, di farmaci e altre cose...in giovane età!
Lei signor Bertoldino chieda dove avete fatto lo spareggio quella volta con il CSKA, per superare il turno, contro tutte le regole di allora, chieda delle manfrine del grande Luisito Suarez che frignava sempre per terra ad ogni minimo tocco per perdere tempo e far si di arrivare al termine della partita con l'uno a zero difeso a oltranza e a quei tempi non c'era il recupero istituzionale come ora..., chieda di rileggere le dichiarazione dell'arbitro qualche tempo dopo aver arbitrato inter liverpool 3-1 e che ammise di essere stato corrotto e che mandò la sua auto per decenni gratuitamente con il petrolio del padre del mo-ratto!
Chieda del non gioco di Sandrino Mazzola e degli altri che fecero disgustare il calcio italiano e che quel giudizio ce lo portiamo ancora dietro...italiani catenacciari, furbi e fregnoni. Si è nato in quegli anni con Herrera e Rocco, altro esempio di non gioco fatto anche dal milan.
Dal milan di Rivera che adesso quando parla sembra che sia l'oracolo...ma sempre da democristiano!
Stesse cose catenaccio e gioco durissimo tanto da mettere in campo il tal Pivatelli che costrinse il campione del Benfica a uscire e a quei tempi non c'era sostituzione se non del portiere...Lei questo calcio lo conosce?, questo calcio lo ricorda? Questo anticalcio l'ha vissuto?
Mi parla dell'Heisel e io gli auguro solamente di meditare sulla sua incoscienza perchè io presente in quel giorno, ultima mia partita vista della mia squadra del cuore, io...dicevo ero li, ma lei era nato? O ha letto qualche pagina di forza inter e dedotto un idiota pensiero dei nuovi cosidetti alternativi, creativi giornalisti di settore che per fare bella figura parlano di calcio come di donne, senza saperne nulla e parlandone solamente!!... che lo mette veramente tra quegli amanti del calcio moderno...a frignare senza sapere, senza aver cercato di sapere.
La grande inter!!
Se lei avesse visto una sola di quelle finali non avrebbe mai tifato per quella squadra...e pensare che ci stava riuscendo anche con il Celtic nella finale di Lisbona negli anni sessanta, vinceva uno a zero su rigore concesso molto petrolificamente parlando dall'arbitro...ma poi il Celtic vinse due a uno nonostante il catenaccio ossessivo per vincere quale coppa, quella del nonno ...perchè se lei mi fa il moralista sulla finale dell'Heisel allora non sa cosa dice e non sa veramente, nonostante le tv, internet,i filmati, i libri della storia del calcio, lei non sa veramente quanti giri fa una palla da fermo.
La sua arroganza deve essere supportata...e lo scotto di dover ammettere che quest'anno avete avuto talmente tanti aiuti, che anche i romanisti riconoscono, che se mettiamo insieme quelli avuti dalla Juve nei tornei precedenti, se li assommi non sono neanche la metà rispetto a oggi, ma il contratto e il patto con gli elcani andava rispettato.....
Ma chieda per sapere che una volta i pali e le traverse erano quadrati e di legno, chieda che le partite del campionato venivano trasmesse solo per radio e solo il secondo tempo.
La verità è che oggi siete talmente informati su tutto che non sapete nulla, le deduzioni con la propria testa non esistono e lei, come direbbe un'altro cavaliere senza paura ma con le tv, mi consenta di dirle:
faccia un corso accelerato di calcio e si informi se vuole essere un tifoso libero da ottusità o altre menate regolate ad arte dai nuovi censori, cannavoisti, pistocchisti, piccininini e prezzolati giornalisti al soldo dei presidenti, segua il calcio puro e vedrà che in quella storia di cui le potrebbe parlare la sua coscienza... la sua grande inter antica e moderna non avrebbe posto ...
Certo oggi è facile sacrificare qualcuno sull'ara...ma così non si risolve nulla!
I mali restano, lo schifo di giocatori che non hanno il coraggio di dire veramente quello che pensano è anche peggiore dei tifosi, loro lo fanno per soldi e noi, spettatori semplici lo facciamo solamente per amore, per amore di questo gioco che ci appassiona che ci divide ma che deve essere libero dalle chiacchiere di serpi velenose al soldo anche dei partiti e di chi manipola le televisioni da sempre.
Noi lo facciamo per amore e anche Lei non ceda alle debolezze di questi pseudo-giornalisti che si insinuano nei concetti e subdolamente ti infinocchiano quando vogliono, magari accostando una puttanella ogni tanto che muove le gambine e pretende di parlare di calcio...e potrebbe invece parlare meglio di qualcos'altro...ben sapendo che milioni di idioti così seguiranno maggiormente la trasmissione!
Sia libero di tifare la squadra del Suo cuore ma lo faccia con la propria testa ... perchè quello che traspare dalla sua email è quello che vediamo e sentiamo fino alla noia detto da chi di calcio non ne capisce e ne ha voluto la fine.

mario bani

Amos ha detto...

Mi sembra inutile rispondere a bertolino per cui mi limito ad appoggiare in pieno stefano (io però spero vinca la roma). Hai saputo controbattere punto per punto con lucidità ed equilibrio e credo sia la cosa più importante. Non possiamo pretendere di far aprire gli occhi di chi li vuol tenere chiusi per cui va benissimo così.

Anonimo ha detto...

Enrico Bertolino:
l'unico interista che non fa ridere!

Anonimo ha detto...

Grande Mario Bani. Commento bellissimo e puntualissimo. E non hai neanche dovuto scomodare il "Compromesso Colombo". Signor Bertolino, basta con la retorica da trionfalista che così tanto bene avete recitato negli ultimi 2 anni. Un'altra cosa: vuole conoscere una delle massime furberie mai successe su un campo di calcio? Si vada a rivedere ciò che successe in Inter-Borussia Monchengladbach, Coppa Campioni 1971/72, dove, con una maestria degna del miglior Lupin, incredibilmente sul punteggio di 7 a 1 per i tedeschi, a sparire fu proprio il risultato a causa, dicono, di una lattina che colpì Boninsegna e procurò uno shock irreversibile nella mente dei giocatori nerazzurri, tanto da farli subire 5 reti (si era sul 2 a 1). Le "povere vittime innocenti" presentarono ricorso e quel risultato fu annullato. In verità la vera magagna fu quella di far uscire dal campo Jair senza sostituirlo, quando ancora la partita non era conclusa, in modo da poter testimoniare di come la partita si fosse svolta in maniera irregolare. Ma di questo e altri episodi, caro Bertolino e cari Inetrtristi, non avete memoria...

Stefano Marra

Anonimo ha detto...

Enrico Bertolino, comico di livello basso, intenditore di calcio a livelli infimi. Ho avuto occasione di incontrarlo anche in treno e devo dire che è pure snob.
Dire quel che ha detto sulla coppa di Bruxelles lo trovo davvero di pessimo gusto, un autogol degno del peggior Materazzi.
Per il resto si commenta da solo, ha dimenticato le partite con Lazio, Torino, Catania, Empoli e potrei continuare per ricordare un episodio che si, ha portato in vantaggio la Juve, ma lo ha fatto in una partita che la Juve ha dominato e che ha chiuso con un risultato che le sta molto stretto. Vergogna Bertolino, comico dalla facile ironia politica e niente più.
Matiga

Andrea ha detto...

Un grave insulto alla ragione e alla logica è aver menzionato Heysel: Bertolino ino ino…

Stefano Discreti - Enrico Bertolino = 5 (maggio) a 0

Complimenti per il commento acuto e ferrato anche a Mario Bani, Stefano Marra…

FORZA JUVE!!!!! 29 SEMPRE!!!

andrea.baesso

DUKE_JUVENTINO ha detto...

Montero, sei stato troppo morbido con un cafone interista di tale natura. :)
Nominare l'Eysel è veramente fuori luogo e tremendamente di cattivo gusato.
Ridicolo lui e tutti gli interisti: dal Presidente all'ultimo dei suoi pseudo-tifosi.
Dovresti rendere pubblica la sua ridicola mail, così qualche Juventino VIP (coi controcaXXi)avrebbe la possibilità di sputtanarlo "in tv" per aver menzionato l'Heysel quando tu nel tuo editoriale esprimevi le tue perplessità e considerazioni su piccole "questioncine" di Campionato e Coppa Campione.
L'Uomo Bertolino è poca cosa, il Tifoso (visto che VIP) ancora meno...
Nemmeno al Bar dello Sport dovrebbe dire certe cose, ma si sa che l'Interista dopo decenni di non vittorie e solo figure barbine parlano e sparlano sempre a sproposito.

scorpiogr ha detto...

Grande Stefano!!
Solo gli infami ci rinfacciano la vittoria dell'Heysel. Io non ricordo caroselli di festeggiamenti al mio paesello. Sapevamo di quale gavita' fosse la situazione ancorhe' la partita finisse. Ma che vuoi, questa gente e' ignobile!
Ciao,
Giuseppe dagli USA

Nico ha detto...

Bravissimo Sté! Anche io comunque voglio ringraziare il Sig. Moratti con il suo fido allenatore Bellicapelli. Ragazzi, che coppia!

Tutto il resto l'hai detto tu, perciò ti rifaccio i complimenti Stefano.

Dr. T ha detto...

Un altro paio di cose farei notare a Bertolino:

"l'altro fedelissimo Trezeguet , che fino a qualche mese fa chiedeva i soldi direttamente dal campo senza vergogna ma con tanta fede , facendo segno che altrimenti se ne sarebbe andato ."

falsità bella e buona, Trezeguet con quel gesto non intendeva che se ne sarebbe andato, al contrario voleva dire "dopo tutto ciò che ho dato alla Juve, dopo che l'ho seguita in serie B e ho fatto 15 gol, mi volete mandar via..."

"Nedved , da pallone d'oro a cascatore professionista"

Visto che si indigna tanto se Nedved dopo un fallo subito sta a terra un po' più del dovuto, vada a rivedersi la scena raccapricciante di Materazzi (il grande Campione del Mondo e unico vostro italiano) che, surclassato da Del Piero, per fermarlo non trova di meglio che accasciarsi con le mani sul volto per un immaginario colpo subito, in modo che la palla venga buttata fuori...

psichicamente-decisivo.blogspot.com ha detto...

Non solo non fa ridere, ma non sa nemmeno scrivere: inquietante, banale, molto povero. Contento lui...

Anonimo ha detto...

Bertolino, sei patetico, quasi comico. Belle battute. Ah già, ma tu sei un comico di mestiere.

DR ha detto...

Potevano uscire battuti 5-0e non avrebbero avuto nulla da dire. Gli è andata bene che è finita 2-1. Nel secondo tempo li abbiamo surclassati. Anche quando si perde ci vuole classe, ma all'Inter questa è sempre mancata. Altrimenti Bertolino non avrebbe neppure nominato l'Heysel.

marco99 ha detto...

che squallore.. per paura di sporcarmi nemmeno gli rispondo.
tanto ho visto che sia Stefano che gli altri amici bianconeri hanno fatto la loro parte.
Mi limito a dire che basta leggere la sua mail per capire il livello medio basso di un interissa.
Troppo tavolini pieni di cartone e di intercettazioni mancanti danno alla testa.

zebrabianconera10 ha detto...

Complimenti Stefano per la tua risposta.
Visto che lo conosci gira per favore i miei complimenti a Bertolino: inelegante, scorretto, cinico e maleducato. Ci sono 39 famiglie che ancora piangono la perdita dei loro cari. Lasciamoli in pace. Se quella finale non l'avessero giocata la tragedia avrebbe potuto avere dimensioni ancora maggiori.
Il resto della sua risposta al tuo editoriale non l'ho neanche preso in considerazione: preferivo leggere cosa avevi scritto tu.
Ciao a tutti

paolor ha detto...

"Una coppa dei campioni allo stadio Heysel che ancora suona come un insulto alla ragione ed alla logica"
...è vero che il tifo ci può fare trascendere ed essere illogici, ma scrivere a mente fredda una frase del genere è orripilante...non mi capacito di come una persona che si appunta al petto le virtù dell'onestà e della correttezza morale, possa dimenticare cosa sia la pietas verso gli essere umani...

Anonimo ha detto...

Al di la' dell'inter, Bertolino ha smesso di far ridere 20 anni fa. E si vede.

scorpiogr ha detto...

Ciao Stefano!
Dovresti ricordare a questo ignobile anche le pasticche che Herrera metteva nel caffe' dei suoi calciatori, fatto documentato dal fratello di Mazzola. Inoltre, dovresti ricordargli gli arbitri che papa' mo-ratto corrompeva in Europa, e questo gli inglesi, soprattutto quelli del Liverpool, non lo dimenticano.
Giuseppe, dagli USA.

Anonimo ha detto...

Un caloroso ringraziamento a Stefano ed a Mario Bani: non si poteva rispondere in modo migliore, nonchè con signorilità, a quello che un "ultrà" va scrivendo. Perchè tra "tifoso = persona appassionato della propria sqaudra di calcio ma che sa anche essere obbiettivo, quanto meno a mente fredda, ed "ultrà = persona violenta che sfoga i propri istinti repressi e le proprie insoddisfazioni personali sia con la violenza fisica sia con quella verbale, forse più pericolasa in quanto tende ad aizzare le folle di stolti ultrà come lui" c'è una grande differenza. E la società non ha bisogno di altra violenza, bensì di comprensione e rispetto del prossimo.

Roberto

marlon ha detto...

bertolino è pietoso come tutti gli interisti.....come moratti.....
....che ruba i palazzi e si lamenta che in giro ci sono presunti ladri...presunti...perchè al solito la stampa punta gli occhi là dove l'inter vuole......

Anonimo ha detto...

Juve in Europa e nal mondo e' la terza e la sesta miglior squadra per trofei vinti rispettivamente. L'Inter in Europa e nel mondo ha meno trofei dell'Etoile du Sahel...

Anonimo ha detto...

Cosa c'è da dire un Intertrista fanno veramente pena come piangono loro non piange nessuno.........
IL 5 (CINQUE) MAGGIO insegna cosa ci dici di RONALDO?????
Cosa ci dici dell'onestà fatta persona per MATRIX che sempre un pupo piagnucolone.
Fai bene ad apprezzare DEL PIERO perchè se lui avrebbe fatto centro sarebbe finita come contro il MILAN di qualche anno fa RICORDI, Cagasenno?!
Noi abbiamo campioni di esempio voi chi avete fate ridere come al solito la barzelletta d'Italia.