lunedì 31 marzo 2008

"Come la mafia e la P2"



Calciopoli era un'organizzazione simile più alla loggia massonica P2 e alla mafia che a una comune associazione a delinquere. Lo hanno detto i pm Giuseppe Narducci e Filippo Beatrice oggi al tribunale di Napoli nella quarta giornata dell'udienza preliminare del processo per il troncone principale per la vicenda che nel 2006 ha scosso il calcio italiano. Beatrice e Narducci chiedono il rinvio a giudizio per 37 persone, tra le quali Luciano Moggi, Antonio Giraudo, Franco Carraro, Massimo De Santis, Innocenzo Mazzini, Tullio Lanese, Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto; per quattro di loro il gup Eduardo De Gregorio potrebbe decidere di saltare un passaggio, visto che i difensori l'ex presidente dell'Aia Tullio Lanese, gli arbitri Gianluca Rocchi e Paolo Dondarini e l'assistente Alessandro Griselli hanno chiesto il rito abbreviato. De Gregorio, invece, ha respinto le richieste delle difese che erano mirate a far spostare il processo in una sede diversa da Napoli. I pm hanno illustrato in cosa consista l'associazione a delinquere imputata a Moggi&C, sottolineando che non si sarebbe trattato di più associazioni, ma di una sola organizzazione. Quest'ultima, per le sue caratteristiche di segretezza e per i forti vincoli tra gli associati, avrebbe avuto caratteristiche simili alla P2 e alla mafia, perchè era in grado di influenzare le istituzioni e i vincoli si rinsaldavano via via che essa agiva.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

in Italia, quando non si vuole andare in fondo alla verità e si vuole scaricare le colpe si fa sempre riferimento alla Massoneria ( senza specificare che la P2 era fuori da quella ufficiale) e alla Mafia...
Le cupole per me architettonicamente parlando sono quelle delle Chiese , sopratutto quella di San Pietro,è proprio una grande Cupola... in Italia ne sappiamo qualcosa a differenza di altri stati del nord europa....per quelle mafiose bisognerebbe guardare meglio su quel colle di Roma dove si riuniscono "democraticamente" gli eletti del popolo.
Premesso questo,
in democrazia il diritto alla privatezza e alla difesa in un tribunale è un diritto sancito dalla legge, così che se io compero delle schede per non farmi ascoltare, e per non far sapere quello che dico, è un mio diritto, non una colpa!
Ma nei vari partiti politici dove la segretezza regna sovrana, e ci mancherebbe altro...perchè quel genere di cupole vanno bene? Quelle dove veramente si decidono i nostri interessi e si decide sul nostro portafoglio, quelle sono cupole oneste?
E' facile fare scalpore in un popolo che ancora grida : al rogo! al rogo come nei secoli bui che portarono al rogo il libero pensiero...Oggi invece c'è un altro modo ma altrettanto valido di mandare al rogo : grandi dichiarazioni dei potenti, grandi titoloni,,per giustificare e alimentare grandi carriere!!

mario bani

Anonimo ha detto...

Che spreco di denaro pubblico!

marco99 ha detto...

e intanto napoli e provincia sono piene di "monnezza" e ovviamnete non c'è uno straccio di colpevole in vista.. complimenti!

unmilanista ha detto...

e contro la vera mafia? e la camorra? niente? avessero impiegato solo la metà dei mezzi messi in piedi per calciopoli...

Nico ha detto...

Calciopoli è uguale alla mafia, calciopoli è uguale alla P2, calciopoli, no, è come la camorra...
Ok, ragazzi, ci posso credere: mi fate vedere le prove?
Non ce le abbiamo.
Ah

Quello che non capisco di tutta questa farsa è: come funzionava il sistema?
In teoria c'è uno che comanda e gli altri che ubbidiscono. Allora Moggi, Giraudo e la Gea, solo loro, gli altri non c'entrano si sa, riescono ad avere le mani sul campionato, sia squadre che giocatori. Come? Se c'è qualcuno che comanda ci deve essere anche qualcuno che ubbidisce. Dove sono? Gli arbitri sono quasi tutti assolti ormai, tranne De Sanctis e pochi eletti, e si è visto uno di quelli come si è comportato in una nostra partita, i dirigenti federali quasi tutti assolti. Allora come si fa a truccare le partite di un intero campionato con 2-3 arbitri ed un dirigente federale? Come?? E soprattutto in cambio di cosa? Soldi? Dove sono?

Sono moolto curioso di leggere la sentenza finale. Spero che ci vengano ridati almeno il 28 ed il 29.

Ma soprattutto spero adesso... Madò se il mister riuscisse per una volta a caricare i giocatori come si deve e riuscissimo a fare 8 vittorie consecutive...

franz ha detto...

viva la magistratura! finalmente ora sappiamo chi ha distrutto, stuprato, vessato, malgovernato l'Italia. Moggi al rogo!!!!
P.S.: Egregio P.M., potrebbe mostrarci una prova delle sue affermazioni? Anche una prova piccola piccola, per carità.....
Altrimenti cambi mestiere, per favore.

Anonimo ha detto...

Domani, 2 aprile, il colonnello Giovanni Arcangioli (uno dei due carabinieri che ha effettuato le intercettazioni di farsopoli su mandato della procura di Napoli) è atteso a Caltanissetta, per rispondere dell'accusa di furto aggravato dall'avere favorito la mafia, in relazione alla scomparsa dell'agenda del giudice Borsellino, il giorno in cui fu ucciso.

Nico ha detto...

Azz... Complimentoni sig. Colonnello!

Anonimo ha detto...

dopo aver debellato la camorra a napoli e nel napoletano,dopo aver annientato gli artefici della distruzione morale ,umana ed economica di Napoli,,i ns ''EROI'' stanno provando a distruggere la mafia,mecojon's